Rimedi contro la stitichezza

La stitichezza, ovvero la difficoltà nell’espellere le feci (anche conosciuta come stipsi), è un problema abbastanza comune che viene molto spesso sopravvalutato.

Innanzitutto, bisogna partire dal presupposto che ogni persona ha dei tempi di evacuazione fortemente soggettivi, e che si può realmente parlare di stipsi nei casi in cui la frequenza di defecazione sia realmente molto bassa (meno di una volta alla settimana).

Esistono numerosi rimedi contro la stitichezza, alcuni dei quali naturali e legati alle abitudini quotidiane, ed altri farmacologici.

Innanzitutto, per una corretta e regolare defecazione è necessario bere molta acqua (almeno 2 litri al giorno). Le feci sono principalmente composte di acqua, quindi una carenza di questo importante macronutriente provoca una difficoltà non solo nell’espulsione, ma proprio nella formazione intestinale delle deiezioni, che avranno quindi consistenza solida ed estremamente compatta (mentre le feci dovrebbero essere soffici, voluminose e poco dense). In molti casi, con l’assunzione di almeno 2 litri di acqua al giorno si può assistere in breve tempo ad un considerevole cambiamento.

Tra gli altri rimedi naturali contro la stitichezza vi sono altre abitudini legate all’alimentazione; ad esempio, l’assunzione regolare di fibre garantisce la formazione regolare ed ottimale di feci. Le fibre, che possono essere sia solubili che insolubili, favoriscono infatti il transito intestinale in quanto non vengono digerite dall’intestino ma vengono metabolizzate dai microrganismi del colon, i quali producono composti e gas molto utili per la defecazione. Le fibre solubili si trovano in frutta e verdura (come l’insalata), mentre quelle insolubili nella crusca e nel germe dei cereali (come grano, orzo e farro); è consigliata l’assunzione di circa 30 grammi di fibre al giorno, pertanto è buona abitudine consumare molti alimenti a base di cereali integrali ed almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno.

Nel caso in cui la defecazione non avvenga da un numero troppo elevato di giorni, è possibile ricorrere – in via del tutto occasionale – a dei lassativi; esistono tuttavia alcune erbe che possono avere un lieve effetto lassativo, come l’acacia (così come descritto in un articolo sul sito internet http://consiglibenessere.org), che quindi non comportano alcun rischio per la salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *